giovedì 21 luglio 2016

La strana morte di Pirro re dell'Epiro

Pirro, quello della famosa vittoria in cui tutti noi studenti ci siamo imbattuti fu uno dei più grandi strateghi della sua epoca.


pirro epiro


Plutarco nelle sue "Vite Parallele" ci narra di questo intrepido personaggio che nell'antichità fu paragonato ad Alessandro Magno.

Pirro nacque nel 318 a C. Costretto ben presto a lasciare il suo regno, Pirro dopo varie peripezie riuscì a ritornare al potere. Le gesta che meglio conosciamo sono quelle relative alla campagna in Italia. Pirro fu chiamato dai tarantini in Italia. Taranto, infatti, una delle più potenti città della Magna Grecia era minacciata dall'incipiente e prepotente forza di Roma.


pirro

Si arriva, quindi alla famosa vittoria di Pirro.Protagonista di una sanguinosa battaglia nei pressi di Ascoli Satriano, l'esercito di Pirro conquistò una vittoria a prezzo di un numero esorbitante di vittime, tanto da fare esclamare al re:" un'altra vittoria come questa e torno in Epiro".


Veniamo, però alla curiosità relativa alla sua morte.


Dopo la campagna d'Italia Pirro ritornò in patria, ma non venne meno la sua voglia di fare il guerriero. Si imbarcò, infatti alla volta del Peloponneso e si introdusse ad Argo per dirimere una questione in tale città.


Entrato ad Argo fu colpito alla testa da una tegola, lanciata da una vecchia da una finestra. Il colpo lo fece barcollare dando il tempo a un avversario di colpirlo e ucciderlo.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...